Quando inizi a praticare la seduzione consapevole, una delle prime cose che ti capiteranno con frequenza sarà quella di ricevere complimenti: sul tuo aspetto, sull’eleganza, il portamento e, in generale, sull’energia positiva che emani. Come donne, siamo estate educate alla modestia e, se riceviamo un complimento, l’etichetta prevede che minimizziamo o, al massimo, che abbozziamo un sorriso che evochi umiltà.

Ecco dei semplici consigli per imparare a ricevere un complimento in modo naturale:

  • Di’ grazie. Rispondere con un semplice grazie resta il modo più efficace di porsi. Il grazie ti fa giocare su un terreno neutro: è piacevole da ricevere ma non gratuito. La cosa peggiore che tu possa fare è negare il complimento, ridimensionarlo o giustificarti. Perché mortificare te stessa e chi quel complimento te lo sta facendo?
  • Goditelo. Molto spesso il rifiuto delle attenzioni a noi rivolte non nasconde la paura di essere inadeguate, semmai il contrario: inconsciamente abbiamo paura di essere troppo potenti e di non saper gestire questo potere. È la nostra luce, non la nostra oscurità a spaventarci.
  • Fa’ da apripista. Nel momento in cui tu inizi a comportarti in un certo modo, a non temere le attenzioni, a mostrarti a tuo agio, vedrai che anche le altre donne si sentiranno legittimate, dal tuo esempio, a essere se stesse. La tua sicurezza, in un certo senso, “libererà” il tuo ambiente.
  • Agisci “come se”. Se non sai come fare, fa’ finta di saperlo. Qualcuno ti ha detto che hai un bellissimo sorriso? Se non sai come ricevere questo complimento, immagina di essere una donna che ne è consapevole e chiediti cosa farebbe lei al tuo posto. Conosci il detto Fake it till you make it? Funziona sempre.
  • Lascialo sedimentare. Talvolta, quando riceviamo un complimento, istintivamente lo contraccambiamo, restituendone un altro al nostro interlocutore. Può sembrare un gesto cortese ma in realtà è uno strumento di elusione e, in più, svuota di significato il complimento, sia per chi lo fa, sia per chi lo riceve. Accogli, invece, il complimento e lascia che la sua potenza agisca dentro di te.

Come si gestiscono, invece, le attenzioni non volute e non gradite? Innanzi tutto, cerca subito di capire la situazione: se ti sembra pericolosa, fa’ in modo di uscirne subito. C’è una grossa differenza tra un’attenzione e una molestia. Accettare e incoraggiare certe attenzioni, ti pone in una posizione di grande responsabilità, per cui cerca sempre di valutare la situazione e, alla minima percezione di disagio, va’ via. Il modo migliore per scoraggiare un uomo insistente e resistere alle sue avances è quella di dire la verità. “Non mi sento a mio agio” può essere una frase molto efficace, perché sottolinea il tuo fastidio e lancia un segnale molto chiaro. Il tuo accompagnatore capirà, così, che il suo comportamento è inopportuno e il suo interesse nei tuoi confronti non corrisposto.

 

 

Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione possibile. Per dare il tuo consenso al loro utilizzo, clicca l'apposito bottone. Se vuoi approfondire, puoi visitare la pagina dedicata per capirne di più. Voglio approfondire

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi