Un compagno per renderci veramente felici dovrebbe avere 5 caratteristiche essenziali.

Eccole!

Caratteristica n. 1 – Vuole impegnarsi in questa relazione?

E sottolineo in “questa” relazione: ci possono infatti essere potenziali pretendenti che non avranno mai voglia di impegnarsi in una relazione, mentre ce ne saranno altri per i quali “questo” non è il momento giusto per impegnarsi in una relazione così come la intendi tu… Vale la pena domandarsi, quindi, se ci sono dei possibili conflitti di valori che non potranno mai essere sanati ad esempio se si parla di famiglia, matrimonio, fedeltà, religione.

Se il tuo più grande desiderio è quello di costruire una famiglia, e se vuoi farlo in un arco temporale definito a breve, è fondamentale che tu ti ponga subito una domanda: il mio partner vuole impegnarsi in questa relazione? Ci sono dei possibili conflitti di valori che non potranno mai essere sanati?

E’ importante, sempre che tu non sia disposta a rivedere questo obiettivo, essere in grado di ascoltare la persona che stai frequentando. Alcune persone dicono subito che non è loro intenzione costruire una famiglia, almeno nell’immediato. Spesso però siamo vittime delle nostre stesse convinzioni e aspettative e ci dimentichiamo di ascoltare l’altro, pensando che certe cose si dicano così per dire o che non le si pensino veramente o, ancora, che si possano cambiare con l’amore. Non c’è nulla di più sbagliato. Iniziamo a prestare attenzione alle parole che ci vengono dette. E pesiamole. Oltre a saper ascoltare occorre anche saper osservare, perché alcune persone mostrano i loro valori attraverso il comportamento. Come possiamo accorgerci dal comportamento del nostro compagno o compagna che non è pronto per sposarsi?

Ecco alcuni esempi di situazioni che, semplicemente attraverso l’osservazione, ci potrebbero far capire meglio i valori e le intenzioni di chi abbiamo accanto.

  1. Vive ancora in funzione della “compagnia” cioè tutte le sere esce o si trova con i suoi amici e amiche storici e rincasa tardi preferendo la compagina del gruppo alla compagnia a due. Oppure cerca di evitare le uscite da soli o con altre coppie.
  2. Non ritiene di aver raggiunto una posizione stabile nella sua carriera. Si sente non realizzato o non ancora arrivato. In questo caso probabilmente matrimonio e famiglia non sono sentiti con urgenza, ma può darsi che lo saranno una volta che la parte lavorativa avrà preso la strada giusta. In questo caso non è l’intenzione che manca, ma i tempi.
  3. Vive ancora con i suoi genitori, o comunque senti che c’è ancora una stretta dipendenza nelle attività operative quotidiane con la sua famiglia d’origine. Se il legame non è dovuto a particolari necessità (magari di salute) e comunque i rapporti con la famiglia d’origine sono forti e tendono a soverchiare o intromettersi nella vostra relazione, allora quella persona potrebbe non essere pronta a costruirsi una famiglia propria.

Ovviamente questo esempio è un po’ estremizzato (volutamente), ma se ripensi a tutte le tue relazioni finite male probabilmente ti verranno in mente alcuni segnali che avresti potuto osservare prima per renderti conto che i tuoi obiettivi non coincidevano con quelli del tuo partner. In una relazione già avanzata la cosa migliore rimane il confronto, il dialogo aperto. Alcune domande non sono semplici da porre, anche perché potrebbero mettere l’altro in una posizione difensiva o lo potrebbero far sentire sotto processo. Oppure potresti essere tu a non sentirti a tuo agio a indagare alcuni aspetti, sebbene importanti. Ricorda che in una relazione “che va verso il giusto piano di vita” è essenziale poter parlare di tutti i dubbi che hai; e se non ci riesci sarebbe importante scoprirne la causa: una tua insicurezza, una relazione troppo giovane o già un’indicazione di una relazione volta verso “il piano di vita sbagliato”?

Caratteristica n. 2  E’ una persona che valuta e apprezza la crescita personale?

Vuole esprimere e farti esprimere il tuo potenziale e si prende la responsabilità di farlo?

Anche in questo caso osservazione e ascolto possono farti capire molte cose. Il tuo partner ascolta e commenta storie ed episodi di vita con un senso di empatia e consapevolezza? Ti fa tante domande su cosa pensi e come ti senti e soprattutto ascolta le risposte?

Tende a dare spazio nelle conversazioni o a monopolizzarle? Racconta solo di avvenimenti positivi o condivide con te anche eventi non felici (problemi al lavoro, difficoltà relazionali, ecc.)?

Se le risposte a queste domande sono positive la persona che hai accanto è interessata alla crescita personale e si impegna per crescere e aiutarti a crescere. Probabilmente hai sentito di persone, o magari ti è anche capitato di conoscerle, la cui relazione è terminata perché una delle due voleva crescere mentre l’altro non ha seguito questo cambiamento. Inoltre, un partner attento agli aspetti sopra evidenziati, tenderà a comportarsi amorevolmente e con empatia e compassione in caso di conflitti che, in una coppia, sono inevitabili.

Attenzione però a non incorrere nell’errore opposto e cioè cercare la perfezione. Trovare una persona che commette errori non è necessariamente un aspetto negativo. La vita è fatta di rischi, prove e novità: errare è umano. Il valore sta nella capacità di apprendere dagli errori per diventare una persona migliore.

Anche in questo caso puoi fare delle domande al tuo compagno o alla tua compagna per capire meglio se è una persona interessata alla crescita personale, sua e delle persone che gli stanno intorno.

  1. Chiedi al tuo partner di descrivere i suoi amici. Che carattere hanno, come si comportano? Come il tuo principe valuta alcuni dei loro comportamenti? Queste sono domande indirette ma dalle risposte che riceverai potrai capire meglio la persona che ti è vicino.
  2. Chiedigli se ha mai adottato un comportamento immorale: ha ma rubato qualcosa, detto una bugia, bevuto troppo, trattato male qualcuno, ecc.? Se ti racconta una storia particolare cerca di ascoltare bene le parole e di osservare il suo atteggiamento: si è pentito? Che insegnamenti ne ha tratto? Cosa ha imparato?
  3. Chiedi al tuo partner perché la sua ultima relazione è terminata. Senti come ne parla, che espressioni utilizza, su chi fa ricadere la colpa. Ti aiuterà a capire la sua capacità attuale di crescita personale.
  4. Chiedigli se sente di essere cresciuto e migliorato in qualche area della sua vita, negli ultimi anni.
  5. Chiedigli quali sono le sue debolezze e i suoi difetti cerca di capire se e quanto è disposto a migliorare.

Caratteristica n. 3 – Comprende che la relazione può servire a due funzioni: piacere e crescita.

E’ impossibile pensare di vivere una vita (e una relazione) in cui manchi completamente il piacere. L’importante però è capire che non possono essere il tuo unico obiettivo nella vita. Sono solo mezzi che ti possono aiutare ad arrivare al tuo obiettivo finale, che è sempre quello di crescere e raggiungere il tuo massimo potenziale come persona. Anche in questo il tuo partner ideale deve pensarla come te.

Osserva questi comportamenti per capire se la tua anima gemella è concentrata sui piaceri (e solo su questo aspetto di una relazione).

  1. E’ disposto a incontrarti solo di sera o di notte, tenendosi weekend e tempo libero per sé? Forse sta cercando solo una relazione di piacere. Se invece ti invita ad uscire o a frequentarvi anche in orari diurni, nei weekend, durante le vacanze e al di fuori di situazioni che vi portino direttamente in camera da letto, allora è più probabile sia disposto a provare a coltivare una relazione più duratura.
  2. Il sesso è comunque importante: una buona intimità aiuta a sentirsi più vicini in momenti difficili e, alle volte, a recuperare armonia. Ma se l’unica cosa che conta o che va bene è il sesso e non c’è nulla di più, è tempo di fare una seria riflessione sulla relazione.
  3. Le risate contano: come il sesso le risate possono aiutare a superare momenti difficili e a sentirsi più gioiosi in momenti sereni. Tu e il tuo partner ridete con il cuore e con la mente?
  4. Attività che fate assieme. Non significa necessariamente condividere tutti i vostri hobbies o fare sport assieme, ma ci devono essere delle attività che condividete. Guardare vecchi film sul divano. Progettare viaggi o vacanze. Andare a vedere una mostra o un concerto, fare picnic al parco. Ci dovrebbe essere un bilanciamento tra attività che fate da soli e attività che vi piace fare assieme e questo bilanciamento deve farti sentire bene.
  5. Denaro. Come vi comportate riguardo al denaro tu e il tuo partner? Quali sono le aree in cui spendete più soldi?
  6. Rispettate reciprocamente le vostre conoscenze, la vostra esperienza, il vostro modo di vedere le cose? Vi stimolate a cercare diversi punti di vista?

Per capire quanto la tua anima gemella è concentrata sulla crescita (sua e tua), prova a osservare altri aspetti del suo comportamento.

  1. Prova ad osservare non solo quanto ti ami ma quanto sia bravo ad esprimere amore verso famiglia e amici. Il tuo partner ha relazioni profonde con i propri amici? Ti racconta spesso di incomprensioni o conflitti?
  2. Le persone hanno diversa capacità di creare intimità e sentirsi in intimità. I problemi solitamente sorgono quando ci sono differenze non comprese. Hai mai chiesto quale cosa aiuti maggiormente il tuo partner a sentirsi in intimità? Forse è ora di farlo.
  3. Il tuo compagno o compagna sa quanto sia importante una comunicazione aperta e sincera? Quando sei giù di morale o arrabbiato o hai bisogno di conforto è in grado di supportarti o si chiude a riccio, non ti capisce o peggio ti attacca? E tu come ti comporti nella situazione opposta?
  4. Il tuo partner è in grado di esprimere con te tutte le sue emozioni? E tu?
  5. Cerca, con te, dei compromessi anche nelle piccole cose di tutti i 
giorni come scegliere che film guardare o in che ristorante andare? E tu?
  6. Lo hai mai sentito dire: “scusami, hai ragione”. E tu glielo hai mai detto?

Caratteristica n. 4 – Ti fa sentire al sicuro nella relazione in modo che tu possa esprimere il tuo massimo potenziale?

Senza sicurezza non potrai mai sentire amore completo perché non ti concederai mai di essere abbastanza vulnerabile per una intimità vera. E per intimità qui si intende non la sfera sessuale ma la possibilità di mostrarsi completamente per quello che si è.

Se vuoi vivere felice con la tua anima gemella per sempre devi assicurarti di amare ciò che sei, e come ti senti, quando siete insieme. A volte infatti ci innamoriamo di persone che “sulla carta” sembrano perfette, ma che poi nella vita reale non lo sono affatto. La vera felicità arriva solo quando sei in grado di sentirti esattamente te stesso e sai di poter crescere per diventare la migliore versione di te.

Il tuo partner ti fa sentire veramente felice, ispirata, in pace, in grado di comunicare apertamente? O ti fa sentire insicura?

Fatti questi domande e osserva certi comportamenti, tuoi e del tuo partner, per capire se ti senti sicura nella tua relazione.

  1. Spesso pensiamo che il modo migliore per conquistare qualcuno sia quello di “giocare”. In realtà se si utilizzano dei trucchetti si potranno attrarre solo persone di un certo tipo. Se invece si utilizzano come “armi” la verità e la comunicazione aperta, si può attirare una persona “vera” e capace di comunicare. Il tuo partner ti spinge a essere una persona comunicativa e più aperta? Se hai avuto una brutta giornata in ufficio, vuoi condividerla con lui? Oppure fai fatica a parlare con lui o con lei?
  2. Il tuo partner ha una spiccata capacità di ascolto? Fa solo monologhi o è capace di coinvolgerti facendoti domande su di te? Presta attenzione alle tue risposte?
  3. Dà il giusto valore alla comunicazione, alla capacità di parlare apertamente, perché sa che i benefici di una vera intimità superano di gran lunga le difficoltà ad aprirsi?
  4. Le dimensioni contano. È quindi necessario cercare un partner con un cuore davvero grande. Il tuo partner ti ha dimostrato di essere una persona calda, aperta, gentile, o il contrario? Lo hai visto fare piccoli atti di gentilezza? E’ capace di donare tempo, denaro ed energie per buone cause o enti di beneficenza?
  5. Tu e il tuo partner siete in grado di parlare apertamente dello stato in cui si trova il vostro rapporto? Avete mai sentito il bisogno di curiosare tra le sue e-mail o sul suo cellulare? Uno di voi due ha mai tradito? La questione è stata completamente risolta e superata? Entrambi oggi vi sentite completamente fiduciosi uno verso l’altro?
  6. Chiedi al tuo partner se crede che in una relazione le persone dovrebbero essere oneste su tutto, e se no, su cosa non è necessario essere onesti? Ricordati che è rilassante amare una persona per cui nutri fiducia, qualcuno che non ti nasconderà parti della sua vita, e sarà lieto di dirti sempre la verità, senza che tu senta di dovergliela tirare fuori per forza.

Caratteristica n. 5 – Il tuo partner è felice?

Certo non è possibile essere felici tutti i giorni, in ogni momento, ma se la persona con cui stai è sempre infelice sarà difficile che possa aiutarti a sentirti sicura e a esprimere il tuo potenziale. Probabilmente farà fatica a esprimere anche il suo. E’ importante che il tuo partner sia emozionalmente stabile, con una sufficiente autostima ed esperienza.

  1. Prova a chiedere al tuo partner perché ha rotto il suo ultimo rapporto. Ha problemi di gestione della rabbia? Utilizza farmaci?
  2. Uno dei fattori che determina la felicità di una persona è la sua autostima. Può sembrare banale ma è vero: è difficile per qualcuno amare e avere una relazione felice se non è felice con sé stesso, e capace di volersi bene. Pensate che il vostro partner si senta orgoglioso di chi è? Permettere alle persone di calpestarlo? Oppure tratta sé stesso con rispetto?
  3. Il vostro partner mangia sano, fa esercizio fisico, dorme a sufficienza?
  4. Un altro grande fattore che determina la capacità di essere felici è avere una grande passione. Il vostro partner ha un lavoro o un hobby che lo rendono felice?
  5. Il vostro partner vive in equilibrio? Riceve gioia non solo dal vostro rapporto, ma da ciascuna di queste aree: carriera, amicizia, spiritualità, benessere fisico, attività ludiche, famiglia, coinvolgimento nella comunità?
  6. Confessa: sei veramente felice con il tuo partner?

Alla luce di queste cinque caratteristiche risulta molto importante che tu sappia ascoltare e osservare attentamente la persona con cui stai. Domande, ascolto, dialogo: ora sai come fare e puoi davvero osservare la tua relazione con cuore aperto e mente attenta.