Questo articolo non era previsto.

Ho comunque voluto interrompere la mia giornata già pianificata e piena di TO DO LIST, lavoro di backoffice, sessioni di coaching per scriverlo.

Questa mattina lavorando con un cliente ho avuto una illuminazione.

Ci vediamo molto presto al mattino, lui ha un ruolo strategico e difficile in una multinazionale, le ore che si concede con me sono le uniche durante le quali non deve prendere decisioni o sostenere qualcuno, di solito iniziamo con un caffè e racconti personali sulla famiglia (che vede pochissimo), questa settimana ancora meno, mi ha detto, perchè lavora dalle 9 alle 23 a volte fino alle 24.

Il ruolo avrebbe previsto un feedback (mio) sul worklifebalance e le ore di sonno, ma mi sono “improvvisamente” ricordata che da domenica a oggi ho saltato la cena perchè ho finito di lavorare tra le 22 e le 23, che ieri notte ho dormito solo da mezzanotte alle 5, che ho mal di pancia e una sorta di “tremore del cervello” (qualcuno capirà cosa voglio dire?) da sovraffaticamento.

Per cui non gli ho detto niente, anzi gli ho detto che per queste ultime settimane e le future fino a fine novembre almeno è in buona compagnia, la mia.

Lui è il grande capo di una filiale di una multinazionale.

Io sono una imprenditrice in un settore atipico e in divenire.

Il lavoro occupa a quanto pare l’80% o più della nostra vita.

Mentre facevamo coaching mi è venuto un PERCHE’? grosso come una casa

Perchè lavoriamo così tanto?

Non solo io e il boss della multinazionale, ma tutti quanti.

Tutti i miei clienti e le mie clienti mi arrivano fritti alle 6 di sera.

Se qualcuno mi chiede come sto, faccio vedere le mie occhiaie da stress.

Dopo mi sono chiesta: “Ma senza il nostro lavoro io e questo signore oggi chi siamo? Che ruolo abbiamo deciso di giocare?”

E quindi sarà questa la MIA domanda dei prossimi giorni:

SENZA IL MIO LAVORO CHI SONO?
COSA FACCIO?
COSA DICO?

 

DI CONTRO

Martedì sera, dopo anni, ho tenuto un gruppo numeroso e aperto sul tema delle sofferenze amorose.

Mi è piaciuto molto, mi sono piaciuta io.

Dicono che si insegnano le cose che si devono imparare meglio.

Io martedì finalmente – vestita di blu cina e sorridente – queste cose le ho imparate DAVVERO.

 

PICCOLO SPAZIO PUBBLICITA’

Le ho imparate talemente bene che mi sono inventata questo:

Hai problemi di cuore?

Possiamo provare a risolverli in due incontri.

COME?

1. Ci incontriamo via skype o dal vivo per 60 minuti durante i quali mettiamo le basi per il lavoro

2. Ti consegno l’ebook ACTION AMORE e tutte le strutture di supporto che ho pensato per te

3. Lavori sull’ebook ACTION AMORE (è pieno di esercizi), leggi i libri e gli articoli che ti ho consigliato, nel frattempo hai il mio supporto via mail

4. Quando hai letto e fatto gli esercizi prendiamo un secondo appuntamento

5. Ci parliamo altri 60 minuti sempre via skype o dal vivo e ci salutiamo con una “TO DO LIST” da mettere in atto nei prossimi 6 mesi e una cassetta degli attrezzi per poterlo fare

Costa 244 euro se vuoi scrivimi francesca.z@accademiafelicita.it

Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione possibile. Per dare il tuo consenso al loro utilizzo, clicca l'apposito bottone. Se vuoi approfondire, puoi visitare la pagina dedicata per capirne di più. Voglio approfondire

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi