12 settembre 2014

Rieccomi dopo tanti mesi con un blog rinnovato.

Me lo ha fatto Ivan e mi piace moltissimo, se volete lavorare con lui andate qui.

Ritorno a scrivere una volta alla settimana da oggi, tutti i venerdì mattina.

Sarà un diario, un riassunto delle cose che faccio, ogni tanto ci saranno dei consigli, ogni tanto delle riflessioni.

Ho voglia di parlare di me, non solo come professionista, ma anche come amante dei locali nuovi da sperimentare, dei viaggetti in Italia ed Europa, di Foodie, di lettrice instancabile ed appassionata di musica.

In agosto non sono partita, ma sono stata fra Milano e Domodossola (dove sono nata).

Ho passato molto tempo in treno e ho letto molto.

Non sono andata al cinema, ma sono andata a vedere due mostre molto belle a Milano, e una che mi ha colpito moltissimo a Venezia.

Non ho comprato neanche un cd perché non ho avuto tempo e non sapevo esattamente cosa comprare, tranne forse i Warpaint, mentre l’8 settembre ho comprato il nuovo disco degli Interpol.

Sono andata una domenica a Camogli, ma sembrava di essere in Bretagna.

Sono andata due giorni a Venezia per il mio compleanno e la fascinazione per questa città non accenna a diminuire.

Ho fatto un corso online con una australiana pazza e molto simpatica.

In generale mi sono preparata a questo Autunno 2014, che non vedo l’ora che inizi e che sarà esplosivo.

A venerdì prossimo, qui sotto ci sono i miei consigli (mangiare e bere a Milano + leggere). Se vi va mercoledì prossimo venite a sentire Maurizio Blatto e Selfimperfectionist all’Open di Milano che parlano e suonano dell’ultimo libro di Maurizio, mandatemi una mail per i dettagli.

Grazie!

Leggere

In treno ho letto un sacco di chick lit stupidella perché avevo un po’ di brutti pensieri e volevo rilassarmi. Era tanto che non leggevo chick lit, non voglio infierire sulle cose pessime (e molto pompate) che mi sono passate sotto gli occhi, ma voglio solo suggerirvi quella che mi è piaciuta, ovvero i romanzi di Federica Bosco: è banale nelle trame, ma scrive bene e mi fa ridere un sacco (e poi ha un sacco di riferimenti colti e interessanti nella storia romantica).

Ho riletto anche la mia amata Barbara Pym, in più versioni ed in più lingue. Quella donna ha il potere di calmarmi in ogni momento della vita. Se vi chiedete chi è qui c’è tutto:

Milano

Quattro posti nuovi fantastici scoperti nella Milano d’agosto: